GEOSAFE

GEOSAFE

Il servizio “GeoSafe” ha come obiettivo quello di consentire alle Imprese Assicuratrici Associate di avere accesso ad un database che fornisca informazioni utili a supporto delle diverse fasi del processo di business assicurativo.

Un monitoraggio completo dei rischi connessi al territorio

Con questo progetto si è voluto creare una banca dati tramite la quale le imprese assicuratrici possono ricavare un Indice di Rischio, applicabile a livello dell’intero territorio nazionale, in relazione alle condizioni di pericolosità e di esposizione degli assets.

Più precisamente, l’applicazione fornisce un Indice di Rischio Idraulico (se il grado di perdita attesa è connesso al verificarsi di eventi in corrispondenza dei corsi d’acqua principali) e un Indice di Rischio Idrogeologico (se il grado di perdita attesa è connesso all’accadimento di processi in corrispondenza del reticolo idrografico secondario e/o dei versanti).

La piattaforma del servizio o studio è stato effettuato mediante l’utilizzo di software GIS (Geographic Information Systems) che permettono di gestire e analizzare le differenti componenti dei dati utilizzati a partire dalla localizzazione nello spazio degli elementi esposti e dei fenomeni naturali indagati al fine di effettuare analisi quantitative del livello di rischio esistente in una data unità territoriale.

News: Nasce la partnership tra ANIA SAFE e ANRA.

Per tutti gli Associati ANRA, ANIA SAFE garantisce a condizioni agevolate l’accesso all’applicativo per la gestione del Rischio Calamità Naturali.

Rischio Sismico

È un nuovo strumento di supporto alle Imprese Assicuratrici, finalizzato alla valutazione semplificata del rischio sismico. In tale ambito, ANIA SAFE ha dato incarico ad INGV di individuare un indicatore rappresentativo della pericolosità sismica, che tenga conto, oltre che delle caratteristiche sismo tettoniche e della sismicità del territorio italiano, anche degli effetti di amplificazione, relativi alle condizioni stratigrafiche e geomorfologiche del sito esaminato. Tale attività è stata svolta in collaborazione con il Politecnico di Torino, incaricato da ANIA SAFE di fornire una metodologia per una stima speditiva della vulnerabilità dell’edificato, in modo che i due fattori che contribuiscono al rischio siano coerenti tra loro e possano essere facilmente combinati.

La scelta e successiva valutazione dell’indicatore della pericolosità sismica, omogeneo per tutto il territorio nazionale, si è basata su metodologie riconosciute e applicate nell’ambito degli studi di microzonazione, utilizzando cartografie e basi-dati ufficiali disponibili, quali la mappa di pericolosità MPS04, realizzata dall’INGV, e la carta geologica 1:100.000 dell’ISPRA, e seguendo le prescrizioni della normativa sismica italiana NTC08-NTC2018.

h

Rischio Idrogeologico

I dati relativi a popolazione esposta a rischio alluvione e a rischio frane e quelli relativi alle rispettive superfici sono consultabili sul Rapporto ISPRA 2015 “Dissesto idrogeologico in Italia: pericolosità e indicatori di rischio”.Il Rapporto fornisce un quadro di riferimento completo ed aggiornato sul dissesto idrogeologico in Italia per frane, alluvioni ed erosione costiera. Il Rapporto presenta le mappe nazionali della pericolosità da frana (Piani di Assetto Idrogeologico – PAI) e della pericolosità idraulica (D.Lgs. 49/2010, recepimento della Direttiva Alluvioni 2007/60/CE), realizzate nel 2018 dall’ISPRA mediante l’armonizzazione e la mosaicatura delle aree perimetrate dalle Autorità di Bacino, Regioni e Province Autonome sul proprio territorio di competenza.

Il Rapporto fornisce inoltre i dati degli indicatori nazionali di rischio per frane e alluvioni relativi a popolazione, imprese, beni culturali e superfici artificiali, elaborati sul territorio nazionale con l’obiettivo di fornire un importante base conoscitiva a supporto delle politiche di mitigazione del rischio.

h

RISCHIO CLIMATICO – Con questo progetto si è voluta creare una banca dati tramite la quale le imprese possano ricavare indicatori di pericolosità fisici e biologici che potranno essere tradotti in rischio ponendoli in relazione con esposizione e suscettibilità degli asset considerati.

Il tracciato generale di GEOSAFE prevede la raccolta dati meteo giornalieri di base (temperatura massima e minima, precipitazione e velocità del vento), i controlli di qualità su tali dati e la ricostruzione dati mancanti o di qualità inadeguata al fine di ottenere serie complete. A ciò segue la spazializzazione con restituzione in carte nazionali georeferenziate dei dati meteo di base in formato raster ad alta risoluzione e la produzione di carte nazionali di variabili meteorologiche derivate (neve, potenziale grandinigeno) e degli indici agro climatici.

Lo studio permette di gestire e analizzare le differenti componenti dei dati utilizzati a partire dalla localizzazione nello spazio degli elementi esposti e dei fenomeni naturali indagati, al fine di effettuare analisi quantitative del livello di rischio esistente in una data unità territoriale.

RISCHIO AGRICOLO – A partire dai dati della Banca Dati Climatici di ANIA Safe disponibile anche nel Rischio Climatico l’utente può produrre elaborati tabellari per singolo punto. Inoltre, incrociando gli indici agroclimatici con lo sviluppo fenologico delle colture agrarie di interesse al fine di valutare la suscettibilità delle piante coltivate ai diversi fattori di rischio meteorologico. I dati di base necessari per tale lavoro sono stati attinti dalle reti dei servizi meteorologici regionali, dalla rete dell’ex servizio idrografico (SIMN), dalla rete GSOD delle NOAA, dalla rete di CREA-Cma e dalla rete SCIA.

I risultati delle analisi condotte possono così essere consultati tramite l’applicazione, resa disponibile a tutte le imprese assicuratrici o aziende che ne richiedessero l’accesso (l’abbonamento è annuale). L’applicazione permette di visualizzare, consultare e analizzare i dati e, tramite un Web service, interrogare direttamente il database per ottenere le informazioni relative agli asset esposti e al rischio complessivo.

h

STIMA DEI RISCHI PIÙ EFFICACE. Supporto nel comprendere e analizzare al meglio i rischi legati al territorio.
COPERTURA PIÙ AMPIA. Le informazioni georeferenziate individuano con precisione i livelli di rischio su tutto il territorio italiano.
CONSULTAZIONE PIÙ RAPIDA. Grazie a specifiche applicazioni, il database può essere consultato on line.

VANTAGGI PER LA TUA AZIENDA

Il database può essere consultato dalle Imprese via web, sia con personal computer, sia con dispositivi mobile, attraverso specifiche applicazioni per utenti, e attraverso flussi di dati per l’alimentazione dei propri sistemi informatici.

Input Dati. Un ampio database consultabile ovunque (da PC, tablet e smartphone) attraverso app dedicate.

Analisi Dati. Un’analisi più efficace dei dati su basedi mappe georeferenziate.

Output Dati. Mappe catastrofali facilmente implementate nei sistemi informatici aziendali.

GEO PORTALE

Il Geo Portale mette a disposizione gli elementi per definire criticità e rischi correlati alle aree del territorio nazionale, attraverso un sistema informativo geografico che aiuta nella stipula dei contratti di assicurazione.

Nel portale sono consultabili le banche dati, con differenti modalità di ricerca: l’interrogazione diretta della mappa, l’indirizzo, le coordinate geografiche.

INTERROGAZIONE DIRETTA DELLA MAPPA

IMPUTAZIONE INDIRIZZO E NUMERO CIVICO

INSERIMENTO COORDINATE GEOGRAFICHE