Monitoraggio della rete distributiva

Monitoraggio della rete distributiva

ANIA SAFE propone alle compagnie assicurative un nuovo servizio di supporto operativo nelle attività di controllo sulla rete distributiva.

Le attività sono dirette in particolare a esaminare l’intero processo distributivo delle imprese accertandone il relativo livello di conformità alle norme e la regolarità dei comportamenti, senza tuttavia condurre verifiche o formulare alcun tipo di valutazione sulle politiche e prassi commerciali adottate dalle singole Imprese.

Il Servizio nasce, in particolare, a seguito delle crescenti attenzioni dell’IVASS sul funzionamento della rete distributiva delle Imprese di Assicurazione e dell’aspettativa circa l’adozione da parte delle stesse compagnie di un sistema di monitoraggio della rete quale presidio fondamentale del sistema di controlli interni, come peraltro specificato anche dai Regolamenti n. 40 e 41 del 2 agosto 2018 (come modificati ai sensi del Provvedimento n. 97 del 4 agosto 2020), nonché dal Regolamento n. 45 del 4 agosto 2020.

La rete distributiva, oltre ad essere alla base del business aziendale e uno dei principali punti di contatto con la clientela, è anche potenziale generatrice di rischi aziendali (es. frodi, riciclaggio, compliance, condotta, etc.). Pertanto, un’attività di controllo appositamente dedicata può ritenersi importante per ogni impresa assicurativa, anche alla luce dei molteplici cambiamenti, tra cui quelli regolamentari, intercorsi negli ultimi anni.

ANIA SAFE propone, quindi, il Servizio realizzato per tutte le Imprese di assicurazione che si affidano a una rete di canali di vendita.

Internamente alle Imprese, il Servizio è destinato alle Funzioni a cui è attribuita la responsabilità di controllo/monitoraggio della rete distributiva (funzioni di controllo, commerciale, marketing, Alta Direzione).

Supporto operativo nelle attività di controllo della rete distributiva, che contempla le seguenti due diverse tipologie di stream di attività:

  • Controllo Reti – On Site Inspections, che prevede l’esecuzione completa delle attività di controllo in loco sulle reti distributive, tramite analisi documentale e interviste e con il ricorso a tecniche di campionamento per le attività di testing, fino alla formalizzazione degli esiti all’interno della reportistica definita. Tali attività potranno essere condotte – almeno in parte – anche da remoto (“modalità desk”) senza necessariamente un accesso in loco.
  • Mystery Shopping, ovvero un’analisi “nascosta” che permette di osservare da vicino i comportamenti del personale della struttura e di tutte le figure che fungono da tramite tra l’intermediario e il cliente finale, per cui il “mystery client” (cliente misterioso) o “mystery shopper” si presenta e viene percepito come un normale cliente. Tale tipologia di attività è volta a verificare il rispetto e l’applicazione delle procedure aziendali e, più in generale, delle norme applicabili nei rapporti con la clientela. Tale analisi consente, inoltre, sia di accertare l’efficacia dell’impianto di controllo sulla prevenzione / blocco tempestivo di comportamenti commerciali scorretti, sia di identificare eventuali esigenze formative per il personale impegnato nella vendita dei prodotti.
h

Principali vantaggi:

Rinnovamento e rafforzamento dei modelli e modalità di conduzione dei controlli;

Perseguimento di best practices di sistema, comuni, condivise ed omogenee, salvaguardando le peculiarità delle singole Imprese;

Maggiore efficacia, efficienza ed omogeneità nell’execution dei controlli;

Intensificazione dell’azione di controllo sulla rete distributiva con maggiore copertura in termini di presidio delle strutture di rete;

Ricollocazione delle risorse in organico attualmente dedicate alle attività di verifica sulla rete distributiva;

Anticipazione delle aspettative e delle azioni della Vigilanza.